• Cuba, Trinidad

    Cuba, Trinidad

    Questo è il racconto fotografico del mio viaggio in Messico e Cuba con Marilena, mia moglie. Il post di oggi vi racconta Cuba, Trinidad. Se sei un...

  • Cuba, L'Avana

    Cuba, l’Avana

    Questo è il racconto fotografico del mio viaggio in Messico e Cuba con Marilena, mia moglie. Il post di oggi vi racconta Cuba, l’Avana. Se sei un...

  • Giorno 8 Laguna Bacalar e Cenote Azul

    Giorno 8 Laguna Bacalar e Cenote Azul

    Questo è il racconto fotografico del mio viaggio in Messico e Cuba con Marilena, mia moglie. Il post di oggi vi racconta giorno 8 Laguna Bacalar e Cenote...

  • Giorno 6 Balamku e Chicannà e giorno 7 Calakmul

    Giorno 6 Balamku e Chicannà e giorno 7 Calakmul

    Questo è il racconto fotografico del mio viaggio in Messico e Cuba con mia moglie, il post di oggi vi racconta giorno 6 Balamku e Chicannà e...

  • Giorno 5 Corozal e Yaxchilan – Chiapas –

    Giorno 5 Corozal e Yaxchilan – Chiapas –

    Questo è il racconto fotografico del mio viaggio in Messico e Cuba con mia moglie, il post di oggi vi racconta il Giorno 5 durante il quale...

  • Giorno 4 Palenque - Chiapas -

    Giorno 4 Palenque – Chiapas –

    Questo è il racconto fotografico del mio viaggio in Messico e Cuba con mia moglie, il post di oggi vi racconta il Giorno 4 durante il quale...

  • VIAGGIO IN MESSICO E CUBA – GIORNO 3 UXMAL E CAMPECHE

    Viaggio in Messico e Cuba – Giorno 3 Uxmal e Campeche

    Questo è il racconto fotografico del mio viaggio in Messico e Cuba con mia moglie, il post di oggi vi racconta il Giorno 3 durante il quale...

  • Giorno 1 Cancun e giorno 2 Chichen Itza e Merida

    Viaggio in Messico e Cuba – Giorno 1 Cancun e giorno 2 Chichen Itza e Merida

    Scegliere una meta per il viaggio di nozze non è mai semplice, soprattutto se devi partire ad agosto e non hai un budget illimitato. Io e mia...

  • Vincitore assoluto FIOF Awards 2007 per la Fotografia Commerciale

    Vincitore assoluto FIOF Awards 2017 per la Fotografia Commerciale

    Sono orgoglioso di condividere con voi la mia recentissima vittoria come Vincitore assoluto FIOF Awards 2017 per la Fotografia Commerciale. Il concorso fotografico FIOF è uno dei concorsi...

  • intervista-prontopro4

    Intervista su ProntoPro

    ProntoPro, il portale di incontro domanda-offerta più importante in Italia, mi ha contattato per raccontare la mia storia professionale. Ne è nata un’intervista nella quale racconto di...

  • ho fotografato il matrimonio della mia ex

    Il matrimonio della mia ex

    Ebbene sì, sono stato il fotografo del matrimonio della mia ex. Daniela, appunto, è stata la mia fidanzata quasi venti anni fa, e da allora siamo rimasti ottimi...

  • Una sfilata di piatti

    Una sfilata di piatti

    Quando Firriato mi ha chiesto di fotografare le composizioni di Gaetano Basiricò (chef della loro struttura Baglio Soria) rimasi interdetto per il numero di piatti che volevano che fotografassi:...

  • Calamoni

    Calamoni

    Qui vi presento la terza e ultima struttura della azienda vitivinicola Firriato. Si tratta di Calamoni, le case vacanze nell’isola di Favignana, appartamenti e villa all’interno dell’unico vigneto...

  • Cavanera Etnea

    Cavanera Etnea

    Ecco un’altra delle tre strutture ricettive dell’azienda viti-vinicola Firriato  che sono al centro della nuova strategia aziendale di cui vi ho raccontato nel precedente post. Oggi vi...

  • Baglio Soria

    Baglio Soria

    Firriato è una casa vinicola siciliana che riesce ad unire la tradizione alla modernità. Si tratta di un’azienda che produce un vino di qualità che sta ricevendo diversi...

  • Emanuele e Federica

    Emanuele e Federica

    Sono due persone deliziose, e hanno voluto me come fotografo per le loro nozze prenotandomi ben due anni prima. Emanuele e Federica erano invitati in un altro matrimonio...

  • Sealine Beach Resort

    Sealine Beach Resort

    Come promesso pubblico finalmente le fotografie del servizio fotografico commissionatomi da Katara Hospitality. L’incarico era di realizzare degli scatti in giro per Doha come brand photography (qui...

  • Doha

    Doha

    La Katara Hospitality, gruppo leader in Qatar nel settore alberghiero, mi ha incaricato di fotografare una loro struttura, più qualche altra camera modello, mi ha chiesto inoltre degli...

  • Royal Garden Hotel

    Royal Garden Hotel

    Il Royal Garden Hotel di Milano è l’albergo più imponente del Gruppo Monrif, una struttura 4 stelle superiore vicinissima al Forum di Assago e che associa l’arredamento classico al...

  • Room Breakfast Zero

    Room Breakfast Zero

    Approfitto di 10 minuti liberi per aggiornare il mio blog con un servizio che da tempo aspetta in fila di essere pubblicato (di tempo libero ultimamente ne...

ProntoPro, il portale di incontro domanda-offerta più importante in Italia, mi ha contattato per raccontare la mia storia professionale. Ne è nata un’intervista nella quale racconto di me, del mio lavoro e della mia nuova evoluzione nel campo della fotografia. Se volete quindi conoscere i miei imminenti e fantasmagorici progetti fotografici non perdetevi l’articolo sul loro blog.

Ecco la mia intervista su ProntoPro:

 

Buongiorno Antonio, ci racconti della tua storia e della tua specializzazione?

La mia storia con la fotografia è complessa perché è il racconto di un amore lungo tutto una vita, che si è intrecciato con altri amori, in una storia personale sempre in movimento.

I miei inizi con la fotografia risalgono all’infanzia: sia mio padre che mio nonno erano fotografi. Da bambino la camera oscura, dove mio padre passava gran parte della sua giornata, era per me una sorta di stanza dei misteri, un luogo magico: la penombra rossastra, gli odori pungenti degli acidi e il lento comparire delle forme sulla carta fotografica. Così ho imparato come le immagini, quelle migliori, possono emanare fascino e bellezza, così fortemente da incantare. Da allora ho cominciato a cercare di cogliere la perfezione in ogni istante, con la brama di viverla e di fissarla per sempre, trasformandola in immagine perfetta.

Sono cresciuto rotolandomi tra i cuscini della ‘sala pose’ (come veniva chiamata un tempo), stupendomi tra le vasche della camera oscura e tenendo il flash per illuminare gli scatti dei tantissimi servizi di matrimonio di mio padre: pesava quel flash, ma io(continua a leggere l’intervista su ProntoPro).

Ebbene sì, sono stato il fotografo del matrimonio della mia ex.

Daniela, appunto, è stata la mia fidanzata quasi venti anni fa, e da allora siamo rimasti ottimi amici. Nonostante la rottura abbiamo continuato a sentirci e vederci per la felicità del suo attuale marito Tony (sì, anche lui si chiama Antonio come me) che ironicamente mi ha sempre chiamato ‘il fidanzato’. “Quando Dany parla del suo fidanzato, quello non sono io” spiega a tutti, “ma Antonio, che è stato e rimarrà sempre il suo fidanzato”. Tony è una persona splendida, una delle persone più belle che io conosca, e non c’è né gelosia né rancore nel suo gioco ma solo goliardia. Il nomignolo è stato usato tante di quelle volte da creare persino confusione ai due figli, Leonardo e Lisa, per me come due nipoti che, quando chiamo al telefono, mi annunciano come ‘il fidanzato di mamma’.

Fatta questa premessa, avrete sicuramente capito che i protagonisti di questo racconto sono persone non comuni, e quindi non comune doveva essere anche il loro matrimonio che vi presenterò attraverso le mie foto.

Ci tengo a precisare che, oltre ad essere stato il fotografo ufficiale del matrimonio, ero anche a pieno titolo un invitato (almeno credo) e che ho regalato agli sposi il mio servizio fotografico (fatto questo più unico che raro). Dico ciò per giustificare la scarsità di foto della parte finale della festa: la mia fidanzata, conoscendomi, ad un certo momento mi ha letteralmente imposto di togliermi le macchine fotografiche dal collo e di godermi anch’io la festa. Mi spiace un po’ non aver documentato soprattutto la parte dei tuffi in piscina di buona parte degli ospiti con tanto di vestiti addosso, ma ringrazio anche la mia fidanzata perché se non ci fosse stata lei sicuramente non mi sarei goduto i festeggiamenti.

L’idea iniziale, soprattutto quella di Tony (il marito) da buon hippy pelato qual è, era più o meno quella di fare una festa tra amici sulla spiaggia, tutti in bermuda, scalzi a celebrare l’evento con un bel falò. Come sempre però le donne hanno un’idea ben precisa del matrimonio, e per quanto anche Daniela non scherzi in fatto di originalità, è pur sempre una donna e quindi l’idea di Tony, pian piano, si è trasformata radicalmente fino a diventare un matrimonio come ogni donna lo sogna con tanto di abiti eleganti (ok, lo sposo ha mantenuto un certo stile casual) e con tipici costi. L’organizzazione è stata in buona parte affidata all’amico Maurizio (che vedrete spesso in queste foto), il quale per mestiere fa anche il wedding planner (ma soprattutto il colonnello che mette tutti in riga) e che ha reso il ‘facciamo una festicciola tra amici’ di Tony nel vero matrimonio per Daniela.

Gli sposi sono siciliani ma vivono a Livorno, hanno voluto fortemente che il matrimonio fosse in Sicilia. Il luogo prescelto non è stato comunque nessuna delle due loro città  di provenienza, ma un posto magico: la laguna dello Stagnone di Marsala, un luogo che entrambi amano, e che ha dato un fascino speciale all’evento. Il teatro della guerra tra Dionisio di Siracusa e i cartaginesi, quel giorno, è diventato il luogo prescelto per celebrare l’unione di due splendide persone.

Daniela si è preparata a casa di Maurizio (amico da vent’anni che ospita la coppia quasi tutte le estati). Non c’erano i genitori durante i preparativi (che si sono aggiunti sul luogo della cerimonia) ma la sorella (che l’ha truccata), il fratello (che l’ha coccolata) e i suoi migliori amici e Lisa, la secondogenita. Tony invece si è preparato in albergo con Leonardo, il loro primo figlio. Ho fotografato i preparativi soltanto della sposa.

Ecco le foto.

antoniopistillo.com_D750_DSC7256 antoniopistillo.com_D750_DSC7357-Edit-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC7277-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC7416-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC7442 antoniopistillo.com_D750_DSC7320 antoniopistillo.com_D800_AAA6413-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC7479-Edit-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC7531-Edit-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC7572-Edit-Edit Il matrimonio della mia ex

La casa di Maurizio non è stata solo il luogo dei preparativi della sposa, ma anche la location della cena, qui infatti potete vedere la disposizione dei tavoli (menù immancabilmente a base di pesce). Ogni tavolo ha il nome di un’isola siciliana.

antoniopistillo.com_D750_DSC7258

Ad un certo momento si  sveglia la figlia Lisa, e non è per niente contenta del trambusto intorno, pettinarla non è semplicissimo.

antoniopistillo.com_D750_DSC7663

Non è però facile smontare l’entusiasmo di Daniela quando è felice, e quel giorno è raggiante.

antoniopistillo.com_D750_DSC7730-Edit-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC7772-Edit-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC7781-Edit

Anche Lisa si fa presto conquistare dall’atmosfera gioiosa che si respira, e alla fine comincia a sorridere pure lei, soprattutto quando vede il fatidico abito da sposa.

antoniopistillo.com_D750_DSC7792-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC7799-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC7805 antoniopistillo.com_D750_DSC7813-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC7822 antoniopistillo.com_D750_DSC7828-Edit

La cerimonia della vestizione conquista Lisa.

antoniopistillo.com_D750_DSC7843-Edit antoniopistillo.com_D800_AAA6551-Edit antoniopistillo.com_D800_AAA6557 antoniopistillo.com_D750_DSC7877-Edit

La piccola simpatica peste sale in macchina con mamma e la seconda damigella verso il magico luogo della cerimonia: l’antichissima laguna dello Stagnone.

antoniopistillo.com_D750_DSC7893 antoniopistillo.com_D750_DSC7913-Edit

Tutto è pronto, dall’auto avvistano la barca che sta portando lo sposo e tutti gli ospiti sull’isola di Mozia, uno dei più antichi e ricchi insediamenti fenici del Mediterraneo.

antoniopistillo.com_D800_AAA6613-Edit antoniopistillo.com_D40xDSC_9815-Edit

Daniela scende dall’auto e ad attendere c’è il padre pronto a prenderla a braccetto (qualcosa di tradizionale ci vuole sempre) per condurla su una seconda barca che la porterà al molo di Mozia dove l’attende lo sposo.

antoniopistillo.com_D800_AAA6616-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC7936

Daniela incontra per caso degli amici toscani che si trovano casualmente sul posto e che stentano a credere alla coincidenza e ne approfittano per un click.

antoniopistillo.com_D800_AAA6620

In barca sale anche l’amico di una vita Maurizio.

antoniopistillo.com_D750_DSC7951 antoniopistillo.com_D750_DSC7976

Daniela è di ottimo umore e accenna un accavallamento di gambe osé che fa scoppiare tutti a ridere.

antoniopistillo.com_D750_DSC7961 antoniopistillo.com_D750_DSC7971 antoniopistillo.com_D750_DSC7963

La barca pian piano si avvicina tra le calme e salmastre acque lagunari delle splendide saline di Mozia e la felicità è grande.

antoniopistillo.com_D750_DSC7999 antoniopistillo.com_D750_DSC7994

Tony attende la sposa e nel frattempo intrattiene il figlio Leonardo per ingannare l’attesa.

antoniopistillo.com_D40xDSC_9856-Edit antoniopistillo.com_D40xDSC_9858 antoniopistillo.com_D40xDSC_9855-Edit

Ormai ci siamo, Mozia e la barca con sposo e ospiti sono vicini. Basta aguzzare la vista per vederli, Lisa non vede l’ora!

antoniopistillo.com_D800_AAA6654

Arrivati.

antoniopistillo.com_D800_AAA6672

Anche Tony e Leonardo avvistano la sposa.

antoniopistillo.com_D40xDSC_9871-Edit

A Daniela il cuore batte forte e per un attimo l’ansia prende il sopravvento sul suo volto.

antoniopistillo.com_D800_AAA6673

Ma è solo un momento, il padre rassicura la sposa e torna il sorriso.

antoniopistillo.com_D800_AAA6679

Attraccati, Lisa corre da papà e Leonardo non vede l’ora di andare da mamma.

antoniopistillo.com_D40xDSC_9874-Edit-Editantoniopistillo.com_D750_DSC8023

Leonardo si fionda ad abbracciare la madre.

antoniopistillo.com_D700_DSC3302

Finalmente la sposa raggiunge lo sposo.

antoniopistillo.com_D800_AAA6694-Edit antoniopistillo.com_D800_AAA6696 antoniopistillo.com_D750_DSC8036

Tutti insieme sulla stessa barca, può adesso avere inizio il rinfresco e la cerimonia.

antoniopistillo.com_D700_DSC3308 antoniopistillo.com_D750_DSC8048 antoniopistillo.com_D800_AAA6718 antoniopistillo.com_D800_AAA6725 antoniopistillo.com_D800_AAA6735 antoniopistillo.com_D800_AAA6740

A fare da celebrante per il rito civile è il simpaticissimo Francesco che trasforma la cerimonia in una sorta di David Letterman Show galleggiante (la barca ha salpato e gira e rigira su se stessa nelle placide acque della laguna); gli ospiti e gli sposi si divertono moltissimo.

antoniopistillo.com_D800_AAA6776 antoniopistillo.com_D700_DSC3327 antoniopistillo.com_D800_AAA6801 antoniopistillo.com_D700_DSC3340 antoniopistillo.com_D700_DSC3348 antoniopistillo.com_D700_DSC3368

La cerimonia si conclude con il tramonto e i calorosi abbracci degli amici.

antoniopistillo.com_D800_AAA6806 antoniopistillo.com_D750_DSC8103 antoniopistillo.com_D700_DSC3388 antoniopistillo.com_D750_DSC8161-Edit-Edit antoniopistillo.com_D750_DSC8171-Editantoniopistillo.com_D750_DSC8173-Editantoniopistillo.com_D750_DSC8179-Edit

Si torna sulla terra ferma.

antoniopistillo.com_D750_DSC8199 antoniopistillo.com_D750_DSC8202 antoniopistillo.com_D750_DSC8216

Tutto è pronto a casa di Maurizio, il catering ha fatto un ottimo lavoro.

antoniopistillo.com_D750_DSC8226

Arrivati ospiti e sposi ha inizio la festa.

Le foto a seguire sono pochissime, non raccontano tutto, ma vi lascio immaginare una serata fatta di gioia e relax. Io ho poggiato macchine fotografiche e obiettivi, mi sono goduto il party e ho ballato con la mia fidanzata la salsa più sensuale della mia vita. Ovviamente, di ciò, non c’è alcuna documentazione fotografica e dovete credermi sulla parola.

antoniopistillo.com_D750_DSC8267 antoniopistillo.com_D750_DSC8297 antoniopistillo.com_D750_DSC8345 antoniopistillo.com_D750_DSC8380 antoniopistillo.com_D800_AAA6931 antoniopistillo.com_D750_DSC8419 antoniopistillo.com_D750_DSC8492 antoniopistillo.com_D750_DSC8519

Tanti auguri di cuore a Tony, Daniela, Leonardo e Lisa. Vi voglio un mondo di bene.

 

 

 

P.S.

Se questo articolo ti è piaciuto lascia un commento e/o metti un ‘like’ sui social e condividilo affinché anche gli altri possano leggerlo, grazie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando Firriato mi ha chiesto di fotografare le composizioni di Gaetano Basiricò (chef della loro struttura Baglio Soria) rimasi interdetto per il numero di piatti che volevano che fotografassi: circa 40, e la richiesta era stata di fotografarli in un’unica sessione. Ovviamente, conoscendo il lavoro che c’è dietro ad ogni scatto di food, spiegai che sarebbe stato impossibile, che ci sarebbero voluti almeno tre giorni. Alla fine il lavoro è stato fatto in due giorni, nei quali ho anche eseguito delle sessioni di fotografia di interni, due giornate da 16 ore ciascuno di lavoro consecutive. Insomma, una vera prova di resistenza che mi ha sfiancato oltre le capacità umane e che mi ha così reso capace di superare persino qualsiasi gara di triathlon (ovviamente nulla di nuovo, per carità, il lavoro di fotografo è molto più faticoso di quello che si crede). Mettendo da parte la fatica di quei due giorni, la soddisfazione di lavorare con un maestro dei fornelli come Basiricò, è stata davvero tanta. Piatti meravigliosi da guardare, esaltanti da fotografare e ottimi da mangiare (ho avuto la fortuna di spizzicare qua e là tra uno scatto e l’altro), piatti che venivano sfornati con una puntualità incredibile che ha reso possibile, quasi come una vera catena di montaggio, l’esecuzione del servizio nei tempi stabiliti.

Gaetano Basiricò è uno chef con cui è un vero piacere collaborare, sia per la passione che mette nel lavoro, per la sua indiscutibile maestria, ma anche per la gentilezza e modestia con cui si confronta con gli altri.

Una sfilata di piatti

Le sue mani hanno il talento di manipolare il cibo e renderlo un dono indimenticabile per il palato.

Una sfilata di piatti

Il cliente voleva che fotografassi i piatti dall’alto per mettere in risalto, nella loro completezza, la perfezione della realizzazione dello chef, al tempo stesso voleva delle foto molto di impatto, dove il cibo fosse prepotentemente invitante e si celebrasse il trionfo del gusto. Spiegai che la soluzione migliore sarebbe stata quella di fare dei close up, delle riprese ravvicinate, proprio per mettere in risalto il cibo nei suoi dettagli più succosi, e che solo per certi piatti (quelli più coreografici) avrei optato per la ripresa dall’alto. Il cliente in questo caso però ha insistito per la ripresa dall’alto per tutti i piatti, scartando l’idea del primissimo piano. Come sempre per me è più importante la soddisfazione del cliente che il mio ego, così la mia scelta non è fu quella di fare come molti fotografi che si sentono dei geni indiscussi e che impongono a chiunque le loro scelte, ho fatto quello che faccio sempre: ho cercato di accontentare tutti. E’ molto faticoso, lo so, ma alla fine paga. Ho optato quindi per la ripresa dall’alto per tutte le portate con una d750 per far contento il cliente e, per far contento me, con l’intenzione di ottenere delle immagini dove il cibo sembrasse proprio uscire fuori dalla foto per saltare in bocca allo spettatore, ho disposto delle riprese macro con una D800 e l’infallibile 105 mm 2,8 Nikkor.

Sebbene il cliente avesse detto che voleva solo foto dall’alto, alla fine mi ha ringraziato per la mia scelta di fare comunque ad ogni piatto delle fotografie ravvicinate. Le immagini dall’alto, come avevo suggerito, sono state scelte solo per certi piatti la cui composizione globale non andava assolutamente perduta, per il resto gli scatti più apprezzati sono stati proprio i close up.

Contento io e cliente contentissimo.

Signore e signori, una sfilata di piatti tutta per voi. Attenzione a non guardarle tutte insieme… non rispondo di attacchi famelici subito dopo.

antoniopistillo.com_dng_DSC5093-Editfood fotografato da antoniopistillo.comantoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5061-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5122-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5139-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5163-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5186-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5197-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5209-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5212-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5250-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5274-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5292-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5294-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5341-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5370-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5409-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5436-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5471-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5601-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5614-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5636-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5655-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5678-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5705-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5739-Edit antoniopistillo.com_dng_DSC4979-Editfood fotografato da antoniopistillo.comantoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5360-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5101-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5228-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5782-Edit antoniopistillo.com_nef food close up d800_AAA5763-Editfood fotografato da antoniopistillo.comfood fotografato da antoniopistillo.comfood fotografato da antoniopistillo.comfood fotografato da antoniopistillo.com

 

P.S.

Se questo articolo ti è piaciuto lascia un commento e/o metti un ‘like’ sui social e condividilo affinché anche gli altri possano leggerlo, grazie.